Cerca
Close this search box.

GIOPIROTTA.IT

Val Biandino

Val Biandino

CATEGORIEs

Due anni fa in bici era stata una mazzata, quest'anno sulla neve posso confermare la durezza di questa salita che da Introbio percorre la Val Biandino fino all'accogliente Rifugio Tavecchia!

Due anni fa in bici era stata una mazzata, quest’anno sulla neve posso confermare la durezza di questa salita!
Dopo diversi tentativi non andati a buon fine riusciamo finalmente ad organizzare la ciaspolata insieme a Paolo, Alessandra, Alberto e Rita. Si sale al Rifugio Tavecchia, meteo incerto fino all’ultimo, ma non vogliamo rinunciare!

Tempo un’ora e la neve comincia a scendere, dapprima dolcemente, poi cosi fitta che la visibilità diventa limitata. Scopriamo che camminare in questo contesto non é poi così male, anzi, bisogna ammettere che è davvero suggestivo.

Il fatto che la Val Biandino sia molto chiusa é un vantaggio con un meteo del genere, in una valle più aperta e panoramica le nuvole basse avrebbero sicuramente rovinato maggiormente la giornata!

Come l’ultima volta il Tavecchia si conferma un rifugio dall’alta qualità e quantità culinaria, non potevamo chiedere di meglio dopo la salita.
Per scendere optiamo per seguire la strada carrozzabile sommersa dalla neve fresca. I lastroni di ghiaccio nascosti causano qualche caduta senza conseguenze, le ciaspole servono fino a un certo punto, anzi possiamo dire che oggi forse se ne avrebbe potuto fare a meno.

In prossimità dell’auto la neve si trasforma in pioggia, aumentiamo il passo, ma ormai siamo lavati. Questa non ci voleva proprio, ma nonostante il meteo balordo é stata una camminata coi fiocchi, in tutti i sensi!