Muro di Sormano


Percorso Magreglio - Asso - Colma - Asso - Magreglio
Lunghezza 45 km circa
In bici per 2 ore 35 minuti circa
Media 17.1 km/h circa
Meteo Sole e caldo

Una chiusura col botto della stagione ciclistica, o comunque della mia stagione ciclistica estiva con una fantastica uscita sul Muro di Sormano!!!
Ero partito con la brillante e pazza idea di percorrere gli ultimi 100 km del Giro di Lombardia, ovvero salire alla Colma di Sormano per il famoso Muro, scendere sul ramo comasco del lago e costeggiarlo fino a Bellagio, da qui salire alla Madonna del Ghisallo e poi andare allo strappo finale di Villa Vergano per chiudere a Lecco!!!
Beh diciamo che l'idea era ottima ma la testa e la voglia sabato mattina di stare in sella tante ore con il caldo asfissiante non era elavatissima, per cui piano di riserva, parcheggio dopo le gallerie di Magreglio, salita da Onno verso Valbrona e da qui fino ai 1124 metri della Colma di Sormano, non per la strada normale, troppo facile, dopo il paese di Sormano si scende nel bosco su una strada stretta e poi su lungo il Muro!!!
Due infiniti chilometri al 15% di media con punte del 24%, ogni metro guadagnato di dislivello é scritto sull'asfalto, e quando i numeri sono più vicini vuol dire che la strada si impenna, una salita trenenda!!!
Nel Lombardia é apparsa nel 1960, nel 1961 e per l'ultima volta nel 1962, da quell'anno non si é più passati, troppo dura dicevano i corridori dell'epoca, come dimostrano le scritte di Bartali e Baldini anch'esse dipinte sull'asfalto verticale!!!
Il Lombardia ci torna quest'anno, sabato 29 Settembre, e saranno dolori, strada stretta, durissima, non si deciderà magari qui ma gara, ma si saprà subito chi non la vincerà!!!
Tornando a me, beh ci ho impiegato una ventina di minuti abbondanti a coprire sto benedetti due chilometri, mai spinto, con pause ovviamente, ma tutta in sella!!!
Una volta in cima un panino e due lattine di coca-cola, svacco nel prato, brezza di media montagna e chi cazzo me lo fa fare di muovermi!!!
Relax totale e chance pian, scendo dalla stessa strada e mi godo la discesa senza tirarmi il collo, le Grigne sullo sfondo e il lago appena sotto, la fatica azzerata dalla mezza pennichella in vetta e la soddisfazione di aver abbattuto pure il Muro di Sormano!!!



Scrivi un Commento